Il Significato Simbolico delle Diverse Parti del Corpo

Il significato simbolico delle diverse parti del corpo.
Lo scheletro e le ossa
Rappresentano le nostre convinzioni.
• Gli arti inferiori
Permettono il movimento nello spazio e simbolicamente nell’ambito delle relazioni sociali.
L’anca, il bacino e la zona lombare: sono la sede della nostra capacità di muoverci sia interiormente che esteriormente. Ad esempio, i problemi all’anca indicano tradimento oppure abbandono nostro o di qualcun’altro.
Se a sinistra, il tradimento o abbandono è di natura maschile o paterna, se a destra è femminile o materna.
Il ginocchio: è l’articolazione dell’umiltà, dell’accettazione e della sottomissione.
La caviglia: ci permette di esprimere la nostra capacità di decisione, di cambiare la posizione nella vita. Il suolo simbolizza la realtà e la caviglia ci dà la stabilità o la mobilità, in rapporto con la realtà così come noi la percepiamo.
Il piede: ci consente di avanzare e rappresenta il nostro atteggiamento in rapporto al ruolo ufficiale che noi pensiamo di avere. E’ anche un simbolo di libertà, perché ci permette di muoverci. I problemi ai piedi ci mostrano che viviamo un conflitto relativo alla nostra posizione nel mondo.
Le dita dei piedi: per la loro interpretazione simbolica ci aiutano i meridiani dell’agopuntura che si trovano in questa zona.
• l’alluce: è il dito di base, dell’appoggio relazionale. Qui si esprimono le tensioni che riguardano il rapporto col mondo, sia a livello materiale (la parte interna del piede), che a livello affettivo (la parte esterna del piede).
• il secondo dito: significa che ci sono problematiche nel ‘digerire’ certe situazioni materiali o emotive.
• il terzo dito: corrisponde alla coerenza degli atteggiamenti relazionali, in modo particolare per quello che riguarda il futuro.
• il quarto dito: rappresenta la ricerca della perfezione, il rapporto con il giusto e l’ingiusto.
• il quinto dito: è collegato alla eliminazione dei vecchi ricordi, specialmente quelli di natura emotiva. I problemi a questo dito sono legati al conflitto creato dai vecchi schemi relazionali che devono essere cambiati.
• Gli arti superiori
Permettono di agire sull’ambiente, sugli eventi. Se ci sono sintomi a questo livello, significa che esistono tensioni nella nostra volontà di agire.
La spalla: esprime la capacità di agire, la volontà, le nostre intenzioni o i pregiudizi nell’agire. Se abbiamo tensioni o dolore a questo livello, significa che ci sentiamo frenati nel nostro agire, per mancanza di sostegno, oppure per opposizione esterna.
Il gomito: rappresenta l’accettazione in rapporto con l’azione, cioè l’agire. Un problema al gomito significa che abbiamo difficoltà ad accettare un’azione.
Il pugno: rappresenta l’articolazione cosciente della capacità di agire, mentre la spalla corrisponde ad una proiezione incosciente della stessa capacità. Problemi a questo livello ci mostrano una scarsa versatilità, oppure insicurezza nel nostro agire, o della nostra rigidità nell’intervenire sull’esterno.
La mano: essa ci permette di dare e di ricevere e di sentire, ma è soprattutto il simbolo del potere di agire.
Le dita:
• il pollice: rappresenta la sicurezza esterna, la protezione, mentre il secondo e il terzo rappresentano la ricerca della sicurezza; non più per difesa ma per l’unita
• l’indice: è il dito della protezione, dell’autorità, dell’accusa.
• il medio: è il dito che ci parla del modo in cui siamo soddisfatti di quello che facciamo, della sessualità.
• l’anulare: è legato all’unione, all’assimilazione. Se abbiamo problemi a questo dito, significa che viviamo un’insoddisfazione riguardante la nostra coerenza.
• il mignolo: è il dito della delicatezza, dell’emozionale, ma anche dell’apparenza. I sintomi a questo dito ci parlano dell’identificazione eccessiva col ruolo e della mancanza di spontaneità e di naturalezza.